La Necropoli del Cerracchio

Posizione e orografia: La Necropoli è situata poco distante da Vetralla, in località Cerracchio (km 23 della S.S. 1 Aurelia Bis), lungo il corso del Rio Secco (ruscello stagionale, in secca per la maggior parte dell’anno) che scorre sotto il viadotto della S.S., sul tracciato di un sentiero etrusco che collegava il sito alla vicina Necropoli c.d. di Grotta Porcina.

In prossimità del ponte, arrivando da Vetralla, la presenza della Necropoli è segnalata dalla presenza, sul piano di calpestio a destra dell’Aurelia, di una tomba a camera ampiamente rimaneggiata. All’altezza dell’azienda Gentili Legnami è presente uno slargo in cui parcheggiare. 

Procedere a piedi in discesa verso il Fosso fino ad incontrare il tabellone con la mappa archeologica del sito (a sx).

Il sito interessa i due lati del Fosso del Rio Secco; una prima serie di tombe e nicchie procede in profondità oltre il torrente, andando dritti dalla discesa, a sinistra di un campo coltivato; altre tombe sono presenti a destra, all’interno di un’altra proprietà, seguendo un sentiero appena visibile a causa della vegetazione spontanea ivi cresciuta. La zona ove doveva sorgere l’abitato etrusco servito dalla Necropoli è attualmente occupata da una ex cava di tufo. 

Tipologia dei monumenti: Tombe a camera semplice e con “letti” funebri e nicchie cinerarie testimoniano il lungo utilizzo del sito dal VI al III secolo a.C.

In particolare, la tipologia di tombe più ricorrente, per la semplicità e la conformazione degli interni, rimanda ad un utilizzo intensivo tra VI e V secolo a.C.

La necropoli, probabilmente di pertinenza del modesto abitato rurale oggi perduto a seguito dello scavo della vicina cava, non presenta facciate decorate se non con semplici cornici. 

Stato di conservazione del sito: Gravemente compromesso. Le tombe a camera e le nicchie, pur visibili, risultano rovinate dagli elementi e dalle attività agricole. Alcune cavità, all’interno di proprietà private, sono utilizzate ancora come magazzini. 

Accessibilità: Complicata. Una significativa porzione del sito è inglobata in diversi lotti agricoli privati. La fruizione è attualmente difficoltosa quando non impossibile a causa delle recinzioni  e della vegetazione infestante.

Segnaletica: Assente. SEGNALATO SU GOOGLE MAPS A CURA DEI VOLONTARI SCU.

Mappa archeologica/tabellone informativo: Presente in situ su tabellone (ex-progetto Mirabilia).

Antica Via di appartenenza: Via Clodia (diverticolo del tracciato principale proveniente dalla Necropoli di Grotta Porcina).


1